Villa Rachele è immersa in un parco ottocentesco di fronte all’Isola Comacina. Un primo corpo dell'edificio è stato costruito nella metà del Settecento, ma l'insieme della costruzione fu ultimata agli inizi dell’Ottocento. Questa lussuosa costruzione lascia intravedere il suo straordinario giardino solo dal lago, dal quale si scorgono i dodici imponenti platani, un cedro del Libano di dimensioni gigantesche e alcune magnolie sempreverdi.
La villa, su tre piani, fu edificata su una grande terrazza semicircolare affacciata sul lago. Essa è strutturata in un unico corpo di fabbrica con tre aperture in facciata.
Il parco circostante è articolato su due livelli principali: a macchia mediterranea nella parte superiore dove crescono boschetti di alloro, tigli e antiche piante di ulivo; più in basso prevale una vegetazione tipicamente lacustre con cedri e magnolie di svariate specie. E' compresa nella proprietà un'antica darsena del XVII secolo