Se si desidera una pausa dal trambusto cittadino, nel nord d'Italia, c'è un posto affascinante dove il tempo si ferma per un attimo, dove la natura concede la sua bellezza, le barche ormeggiate regalano sorrisi ai passanti.... è la città di Como.
Accogliente, piena di gioia e luci. Visitando i suoi vicoli e strade principali percepirete le emozioni della sua antica storia in un caldo armonioso abbraccio che solo Como sa offrire.

La storia di Como è ricca e interessante come i suoi paesaggi. Nei tempi antichi la città fu chiamata Comum e presumibilmente ha avuto un'origine gallica. Poi sotto l'influenza della Repubblica romana nel 193 a.C. grazie al decreto di Giulio Cesare, ha preso la sua posizione attuale. Il valore della città è cresciuto di
anno in anno. Nel 11 ° secolo lasciò la sua impronta Federico Barbarossa. Nel 1335 Como passò sotto il controllo milanese di Visconti e Sforza. Negli anni di suo massimo valore Como fu famosa per la
produzione di lana e seta. Oltre a questo la città può essere fiera per l'anno 1470 quando divenne uno dei principali centri dell'editoria italiana.

Oggi Como è uno dei centri turistici più importanti d'Italia. Nella parte centrale della città si possono visitare numerosi monumenti appartenenti a stili diversi. Una volta giunti in Piazza Cavour, si apre improvvisamente una magnifica vista sulla città, con la stupenda Cattedrale di Como, costruita nel periodo dal 14 al 17 ° secolo. Questo imponente edificio ha incorporato tutta la bellezza dello stile gotico e barocco. L'interno del Duomo impressiona con la sua raffinatezza.
Sulla piazza principale ci sono anche altri monumenti di importanza storica come il Broletto medioevale (Municipio), il neoclassico Teatro Sociale e Palazzo Terragni - un capolavoro di architettura razionalista del primo Novecento. Al di fuori della piazza, si può essere di nuovo in possesso di una cultura tipicamente italiana, con tutti i suoi bar e caffè all'aperto, negozi alla moda.

L'infinito caleidoscopio di chiese, vecchie case insolite, palazzi e torri, gli archi romani può dire molto sulla città di Como e senza alcun dubbio il suo gioiello è il lungolago. Questo è il luogo che offre una vista impareggiabile sui monti verdeggianti, sulla storicità delle favolose ville e sui campanili delle chiese.
Le acque cristalline del lago saranno liete di invitarvi a fare una gita attraverso uno dei laghi più profondi delle Alpi. Luoghi interessanti da visitare saranno le ville sul Lago di Como con bellissimi parchi fronte lago che porteranno un immenso piacere ai suoi visitatori.
Un altro punto di riferimento di Como – il tempio Voltiano. Dalla cima si può godere una vista panoramica, soprattutto se avrete un pizzico di fortuna ad essere l'unico visitatore lì. Il tempio è stato progettato dall'ingegnere Giussani nel 1927, in onore del centenario della morte di Alessandro Volta, fisico italiano, che divenne famoso nel mondo per il suo lavoro e gli esperimenti nel campo dell'energia elettrica e soprattutto per l'invenzione della prima batteria elettrica.
Altrettanto emozionante sarà un viaggio indimenticabile sulla Funicolare Como-Brunate, che è un unicum in Europa... raggiungibile in pochi minuti dalla riva del Lago di Como fino alle terrazze alpine. Perché andare a Brunate? Oltre al percorso affascinante sulla funivia, si deve sottolineare che Brunate offre una vista incredibile del Lago di Como e il bellissimo panorama delle Alpi. Da Brunate iniziano numerose escursioni, come quella che porta al Faro di San Maurizio, che offre infinite viste sulle Alpi e sul Monte Rosa. Inoltra a Brunate sono presenti lungo un percorso turistico varie ville in stile liberty edificate agli inizi del 900.