E' bellissimo che nel mondo esistano luoghi in cui le opere dell'uomo e le meraviglie della natura convivono in armonia ed eleganza. Ogni momento trascorso sul lago è unico, soprattutto perché questa zona sa regalare momenti di serenità e fascino in un connubio con armonia e pace.
Visitando gli angoli più interessanti e attraenti del Lago di Como, troviamo Mandello del Lario. Si
presenta a nord della città di Lecco, in una bella zona panoramica sotto la protezione delle catene montuose. Questa posizione strategica ha da tempo attirato qui molti e diversi popoli e nazioni.
Presumibilmente, la prima padronanza di quest'area fu dei Galli, poi dal 3 ° secolo d.C.
Guarnigioni militari dell'impero romano, utilizzarono il territorio come transito, ampliando gli spazi aperti al di là delle Alpi. Nel Medioevo, Mandello era coinvolto in una battaglia fra Como e Milano, finchè nel 1336 la famiglia Visconti prese il controllo del territorio. Nei prossimi 3 secoli Mandello venne governata da una famiglia Scondrati di origine spagnola sino al 16 ° secolo.
Naturalmente, la storia e le tendenze creano l’aspetto affascinante e gradevole attuale del paese. E oggi, Mandello ama mostrare il suo aspetto. Tutte le sue strade sono molto ben curate, eleganti e ben mantenute. L'amministrazione comunale segue con attenzione lo sviluppo corrente sia della parte centrale del paese, che del lungolago.
La componente naturale di Mandello occupa un posto speciale ed è ampiamente apprezzata dagli appassionati di outdoor, in quanto è in grado di offrire ai principianti e professionisti sport d’acqua e di montagna. Le catena montuosa soprastante da cui spiccano le Grigne, potrà offrire una vasta rete di sentieri con vista mozzafiato sul lago e sarà capace di dare emozioni e ricordi unici. Senza nulla togliere alle valli e ai monti circostanti. Questa può essere un'esperienza davvero indimenticabile.
Punto di forza nella storia e di fama mondiale è la Guzzi, prestigiosa azienda leader nel settore dei motocicli.
Mandello vanta del suo museo "Moto Guzzi". La leggendaria moto nata al inizio del 1921 e prodotta fino al 1957 si vanta dei 14 titoli mondiali in gare prestigiose. Il museo è interessante dal punto di vista
storico e per gli appassionati, per le componenti tecniche ed una vasta gamma di motocicli famosi che hanno fatto la storia della Guzzi.
Come tutte le città d'Italia, Mandello ha molte chiese da dimostrare. Santuario della Madonna del Fiume – una rappresentante brillante dello stile barocco, affascinante sia l'esterno che l’interno con molte decorazioni e dipinti.
Interessante da visitare sarebbe anche la chiesa di San Giorgio, fondata nell'11 ° secolo. La costruzione in sé colpisce per la sua lontananza storica e i bellissimi affreschi che riempiono l'interno. All'entrata della chiesa, gusterete un paesaggio mozzafiato sul lago con l’esuberante sfondo delle montagne.
Mandello è il luogo, dove, dopo una lunga passeggiata, si può pranzare o cenare in uno degli accoglienti ristoranti fra i tanti disponibili in stile contemporaneo e godere di una tiepida brezza con un allettante contemplazione delle vette alpine.